Home Dieta e Alimentazione Fave: Proprietà, benefici e controindicazioni

Fave: Proprietà, benefici e controindicazioni

189
0

Le fave sono dei vegetali che nascono all’interno di baccelli e nella loro variante più comune presentano un vivace colore verde.

Sono ricche di proprietà nutritive e molto povere di calorie, tanto che vengono consigliate nelle diete più restrittive come cibi spezza fame.

Indice:

I valori nutrizionali dei piselli

100 grammi di fave apportano all’organismo circa 88 calorie. Le loro caratteristiche nutrizionali sono:

  • Grassi: 0,7 g
  • Acidi grassi saturi: 0,1 g;
  • Acidi grassi polinsaturi: 0,3 g;
  • Acidi grassi monoinsaturi: 0,1 g;
  • Colesterolo: 0 mg;
  • Sodio: 25 mg;
  • Potassio: 332 mg
  • Zucchero: 9 g;
  • Fibra Alimentare: 8 g;
  • Proteine: 8 g;
  • Vitamina A: 333 IU;
  • Calcio: 37 mg;
  • Vitamina C: 3,7 mg;
  • Ferro: 1,6 mg;
  • Vitamina B6: 0,1 mg;
  • Magnesio: 33 mg.


Annuncio Pubblicitario


Proprietà e benefici delle fave

Le fave sono dei legumi che contengono una grande quantità di fibre, utili a favorire una corretta attività intestinale e a pulire il tratto digerente.

Inoltre, posseggono altri importanti elementi come le vitamine A e K, che favoriscono la rigenerazione cellulare, il fosforo, essenziale per ossa e denti, il Ferro, che trasporta ossigeno ai tessuti, il potassio, abile nel ridurre la pressione arteriosa e i folati, che interagiscono con il sistema nervoso.

Le fave contribuiscono anche alla perdita di peso, apportando un limitato numero di calorie all’organismo e favorendo il sopraggiungere del senso di sazietà.

Le loro fibre prevengono la stitichezza e curano gli episodi cronici legati al cattivo funzionamento dell’intestino. Si dimostrano un valido alleato alla lotta contro il Parkinson, lenendo in parte i fenomeni di tremore e rigidità muscolare.

Sono consigliate nel corso della gravidanza, poiché producono dosi massicce di acido folico utile allo sviluppo del feto e della camera gestionale.

La loro funzione si estende anche al controllo del colesterolo, abbassando i livelli di quello nocivo nel sangue e stabilizzando nettamente i valori della glicemia.

Infine, si tratta di un ottimo modo per contrastare la ritenzione idrica, poiché agevolano la diuresi attenuando i sintomi della cellulite e abbassando la pressione a coloro che ne soffrono.

Nel suo complesso quindi un alimento altamente benefico e importante.

 

Fave: controindicazioni

Questo legume non può essere consumato da chi è affetto da favismo, un’anomalia dell’enzima specifico presente nei globuli rossi. I soggetti che ne hanno carenza mangiando le fave vanno incontro alla distruzione di queste cellule del sangue e quindi a episodi di anemia anche piuttosto grave.

Da limitare anche in presenza di diabete o diarrea frequente, per il potere fortemente lassativo del vegetale.

 


Se ti è piaciuto quest’articolo metti mi piace e lascia un commento, oppure condividilo su Facebook. Grazie!

Per approfondire l’argomento su Wikipedia clicca qui


Newsletter GRATUITA – Metodibenessere.it
Vuoi ricevere i nostri articoli, gli approfondimenti e le nostre guide direttamente sulla tua mail? Iscriviti alla nostra mailing list, è GRATIS!


Ti potrebbe interessare anche...

 
Previous articlePiselli: Proprietà, benefici e controindicazioni
Next articleAloe Vera Slim: Funziona? Integratore brucia grassi per dimagrire

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here