fbpx

Fare la pizza in casa è una delle scelte culinarie più amate dagli italiani. Una ricetta apparentemente semplice, ma ambiziosa se si tenta di avvicinarsi alla perfezione.

Per realizzare la perfetta pizza in casa esistono diverse ricette che si differenziano anche in base ai gusti. C’è chi vuole una pizza più bassa e croccante, chi la preferisce alta e soffice e chi invece la vuole uguale a quella realizzata in pizzeria. Insomma per ogni gusto una ricetta, ma possiamo individuare una guida e alcuni consigli utili per realizzare un impasto che accontenti tutti.

Indice:

Ingredienti principali per il perfetto impasto
Che sia margherita, capricciosa, salsicce e friarielli o panna e prosciutto, la cosa più importante è realizzare l’impasto.

Gli ingredienti per ottenere un impasto perfetto per una pizza in teglia grande o per due pizze piccole è il seguente:

  • 350 g di farina manitoba o tipo 0;
  • 350 g farina 00;
  • 300 ml acqua tiepida;
  • 3 cucchiaini di sale rasi;
  • 1 cubetto di lievito di birra fresco;
  • 1 cucchiaino di zucchero;
  • olio EVO quanto basta.

 

Suggerimenti per la farina: la manitoba si presta meglio all’impasto per la pizza perché rispetto alla farina 00 trattiene meglio l’acqua.

In alternativa al lievito di birra possiamo utilizzare il lievito madre che rende la pizza più leggera e digeribile (Leggi il nostro articolo sul lievito madre qui). L’inconveniente del lievito madre è che richiede una lievitazione più lunga quindi se non si ha molto tempo a disposizione è meglio scegliere quello di birra.

Un trucco molto utile per questa fase è la scelta del contenitore infatti bisogna utilizzare un’insalatiera o una ciotola grande il doppio dell’impasto ottenuto in modo che questo possa lievitare il più possibile e coprirlo con un panno umido.

I seguenti ingredienti sono necessari per l’impasto a mano tuttavia sono gli stessi che utilizzerete nel caso in cui abbiate un’impastatrice o un Bimby.

pizza in casa

Procedimento: come impastare la pizza fatta in casa
Qualunque metodo abbiamo scelto per impastare dobbiamo seguire queste istruzioni, fondamentali affinché la nostra pizza possa risultare soffice al punto giusto.

Innanzitutto bisogna setacciare e miscelare le due farine in modo da ottenere i 700 g di impasto. Sciogliere in poca acqua metà del lievito di birra fresco. Aggiungere lo zucchero e infine il resto dell’acqua. A questo punto mescolare e ottenere un impasto molle con tutti gli ingredienti amalgamati.

Disporre l’impasto nella ciotola e coprirlo con una pellicola e far lievitare nel forno spento. Più ore trascorreranno e maggiore sarà la lievitazione dunque la digeribilità dell’impasto. Alla fine dovrete ottenere un lievitato con delle bollicine in superficie.

Inizia ora la fase di incordatura a mano. Bisogna sbattere ripetutamente l’impasto sul tavolo e ripiegarlo aiutandosi con della farina setacciata sul ripiano. Per ottenere l’impasto perfetto dovrete arrivare al punto in cui la pasta non si attacca al ripiano in maniera eccessiva (più o meno potete conteggiare una decina di minuti). A questo punto potete far lievitare ancora un’oretta la pizza o procedere con la fase successiva.

 

Stendere bene la pizza: trucchi per farlo in maniera perfetta
La stesura della pizza è forse la fase più difficile del procedimento.

Il segreto è quello di farlo direttamente in teglia (nel caso si voglia fare una focaccia) o su un ripiano cosparso di farina per ottenere una pizza tonda. Bisogna procedere con le mani partendo dal centro e, facendo una leggera pressione sulla pasta, spingere verso l’esterno. Un consiglio è quello di intingere i polpastrelli in un poco d’acqua o olio. Non scegliete il mattarello perché distrugge l’anima dell’impasto facendo perdere alla pizza il suo tocco morbido.

Cottura della pizza fatta in casa
Dopo aver realizzato la stesura dell’impasto disporre gli ingredienti che abbiamo scelto per condire la pizza. Attenzione, se volete realizzare la margherita, la mozzarella va messa quasi a fine cottura. Per ottenere una pizza cotta al punto giusto bisognerà accendere il forno a 200 gradi e disporre la pizza dopo un poco sulla parte più bassa. Dopo 5 minuti la pizza può essere portata più in alto, a metà forno, e la temperatura abbassata a 180° e fate cuocere per altri 10-15 minuti.


Se ti è piaciuto quest’articolo metti mi piace e lascia un commento, oppure condividilo su Facebook. Grazie!

Per approfondire l’argomento su Wikipedia clicca qui

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *