Home Dieta e Alimentazione Dieta Swank: Come funziona? Benefici e Consigli

Dieta Swank: Come funziona? Benefici e Consigli

267
0

La dieta Swank è un tipo di alimentazione, e non un trattamento medico, che viene impiegato all’interno della più ampia terapia per la sclerosi multipla. Consiste in sostanza nell’assumere un ridotto apporto di grassi cosiddetti saturi a favore dell’introduzione di quelli polinsaturi.

Scopriamone caratteristiche, benefici e consigli utili con il nostro articolo di oggi…

Indice:

Come funziona e i benefici della dieta Swank

La dieta apporta molto benefici soprattutto quando i sintomi della malattia non sono ancora invalidanti.

Prende il nome dal suo ideatore, appunto il dottor Swank, che per molti anni ha sottoposto il regime alimentare sui pazienti, confrontando i risultati con quelli di altri pazienti che però non seguivano la dieta.

Tali risultati in effetti sono stati sorprendenti, ed hanno mostrato come l’alimentazione potesse ridurre del 95% (un risultato strepitoso) il rischio di ricadute e recidive della patologia. In pratica solo lo 0,05% dei pazienti che segue questa dieta ha nuovi attacchi, e comunque più leggeri.

 

Come si applica la Dieta Swank

Lo scopo, o meglio le prescrizioni della dieta, prevedono una diminuzione dei grassi in modo tale che la quantità (dei cosiddetti saturi) non ecceda i 15 grammi giornalieri, possibilmente anche meno.

Il concetto di fondo è che i grassi del primo tipo attaccano e danneggiano la barriera ematoencefalica, mentre quelli polinsaturi la proteggono. Via libera dunque a:

  • olio di lino;
  • olio di germe di grano;
  • olio d’oliva extra vergine;
  • olio di semi di girasole;
  • olio di pesce.

 

Questi olii però devono essere stati spremuti a freddo. Una dieta base prevede di eliminare almeno per 12 mesi la carne rossa e la carne bianca che non sia il petto. Poi si può reintrodurre piano piano ma non più di 90-100 grammi a settimana.

Eliminare anche latticini e grassi, nonché i prodotti industriali. Frutta e verdura dovrebbero fare parte della routine quotidiana, ma ci sono anche alcuni consigli importanti.

 

Consigli utili per la Dieta Swank

È stato dimostrato come il movimento, non eccessivo, possa rafforzare le difese immunitarie.

Il motivo è fondamentalmente fisiologico, e risiede nel fatto che esso è connesso con il sistema nervoso simpatico. Stimolando (con l’attività fisica) il secondo, si ottengono benefici anche sul primo. Importante poi è gestire lo stress, con yoga o training autogeno, in modo da diminuire la presenza del cortisolo nel sangue, noto infiammatorio, ripristinando anche il benessere.


Se ti è piaciuto quest’articolo metti mi piace e lascia un commento, oppure condividilo su Facebook. Grazie!

Per approfondire l’argomento su Wikipedia clicca qui


Newsletter GRATUITA – Metodibenessere.it
Vuoi ricevere i nostri articoli, gli approfondimenti e le nostre guide direttamente sulla tua mail? Iscriviti alla nostra mailing list, è GRATIS!


Ti potrebbe interessare anche...

 
Previous articleDormi Night: Funziona? Integratore per dormire con Melatonina
Next articleInfluenza: Come riconoscerla? Cause e Disturbi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here