Home Dieta e Alimentazione Singhiozzo: Come farlo passare? Cause e Rimedi

Singhiozzo: Come farlo passare? Cause e Rimedi

221
0

Il singhiozzo è un fastidioso disturbo di contrazione del muscolo del diaframma che, a seguito dell’irritazione del nervo frenico, può perdurare in modo ripetuto per qualche minuto. Accompagnato dal suono più o meno forte del “hic” desta sorrisi nelle persone vicine al contraente e imbarazzo in chi lo subisce. Ognuno di noi lo ha avuto almeno una volta o ripetutamente. 

Cerchiamo di capire le cause del singhiozzo e rimedi su come farlo passare con il nostro articolo di oggi.

Indice:

Le Cause del Singhiozzo
Nessuno è immune dal singhiozzo che si può manifestare sia nei neonati che in età adulta. Nel primo caso la causa principale è l’ingestione durante la poppata di una gran quantità di aria insieme al latte. Alcuni neonati infatti ingoiano il latte materno o quello artificiale con molta voracità.

In tutte le altre fasce di età nella maggior parte dei casi il fastidio, con durata breve, deriva da un pasto più abbondante, da un abuso di alcool, da situazioni di stress o di forte emotività oppure da sbalzi di temperatura corporea per ingestione di bevande troppo calde o troppo fredde.

In tutti quei casi in il singhiozzo si manifesti più frequentemente e con una durata prolungata siamo difronte ad una vera e propria patologia e le cause invece sono da ricercare in scompensi nei reni o epatici.

singhiozzo

I Rimedi su come fare passare il Singhiozzo
Il singhiozzo è paragonabile ,vista la sua involontarietà, ad un tic di natura nervosa.

I rimedi per curarlo sono diversi e sono differenti sia per il soggetto che lo ha contratto che per la tipologia di singhiozzo. Se si pensa infatti ad un neonato il modo più comune per farlo passare e fargli fare il classico ruttino di fine pasto.

Differente sono invece i rimedi da consigliare o utilizzare per un soggetto adulto. Per cui potremo consigliare metodologie opposte che vanno da credenze popolari, come ad esempio la recita di buffe filastrocche, ad altre più concrete come trattenere il respiro per qualche secondo, bere acqua tappandosi il naso, ingoiare pezzi di ghiaccio e così via. Tutti metodi utili per calmare la contrazione del diaframma origine del disturbo.

Nei soggetti invece che sono affetti in modo più costante da tale disturbo innanzitutto è bene che si tenga sotto controllo l’alimentazione evitando pasti abbondanti e cibi che in qualche modo possano appesantire l’apparato digerente, preferendo cibi proteici, frutta, verdura e cerali a medio contenuto di fibre.

In caso di insorgenza del singhiozzo sarà possibile ricorrere a rimedi naturali quali ad esempio la camomilla, la lavanda, le foglie di menta, la passiflora e così via o con l’ingestione di farmaci di natura antispasmodica che abbiano effetto rilassante della mucosa gastrointestinale.

Sicuramente un’alimentazione corretta unita a regole preventive possono aiutare a ridurre e a tenere sotto controllo questo disturbo che alle volte crea ilarità nelle persone che si hanno vicino.


Se ti è piaciuto quest’articolo metti mi piace e lascia un commento, oppure condividilo su Facebook. Grazie!

Per approfondire l’argomento su Wikipedia clicca qui

Ti potrebbe interessare anche...

 
Previous articleSPIRULINA FIT funziona? L’ integratore alimentare che aiuta a perdere peso
Next articleSpuntino Proteico: Idee e Consigli su cosa mangiare

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here