fbpx

Il cachi o kaki è un frutto tipicamente autunnale ricco di vitamina C, beta-carotene e di minerali come il potassio,e ha proprietà benefiche con effetti lassativi e diuretici. Molto ricco di zuccheri, non è consigliato a chi soffre di diabete, ma è ottimo per chi ha bisogno di combattere lo stress psicofisico. Vediamo nel dettaglio quali sono le sue proprietà e i suoi benefici con il nostro articolo di oggi…

Indice:

Un po’ di storia…
Il cachi è il frutto di una pianta orientale, il Diospyros kaki, le cui origini collocate tra Cina e Giappone risalgono alla notte dei tempi.

Nel paese del Sol Levante questa bellissima pianta è chiamata anche “Albero della Pace“, poiché alcuni esemplari riuscirono a sopravvivere alla bomba atomica sganciata su Nagasaki nel 1945.

La pianta è stata diffusa in Europa e in America a metà del diciannovesimo secolo; in Italia l’albero è arrivato a fine ‘800 e la coltivazione è iniziata nei primi anni del ‘900.

cachi

Proprietà e benefici del cachi
Il cachi è un ottimo alimento per la nostra dieta. Esso è composto da una discreta quantità di vitamina C e vitamine del gruppo B, è ricco di beta-carotene e di potassio, ha proprietà lassative e diuretiche ed è considerato dai nutrizionisti un alimento nutriente e completo, oltre a essere un indispensabile alleato per le difese immunitarie. E’ adatto per chi pratica attività sportiva perché riesce ha fornire energia immediata grazie ai zuccheri semplici da esso contenuti.

Il cachi è conosciuto anche per gli effetti regolatori sull’intestino, ma in questo caso è bene distinguere fra cachi maturi e acerbi: se i primi aiutano in caso di stipsi, quelli acerbi sono astringenti, è molto meno limitata la presenza di zuccheri e il sapore “allappante” è dovuto al tannino, che durante la maturazione si riduce.

Valori nutrizionali
I valori nutrizionali del cachi per 100 grammi di prodotto sono i seguenti:

  • 70 kcal;
  • Acqua 80 %;
  • Grassi 0,3 %;
  • Fosforo 20 mg;
  • Potassio 170 mg;
  • Fibre 2,5 %;
  • Zucchero 16/18 %;
  • Proteine 0,6 %;
  • Vitamina A 1,4 mg;

Controindicazioni
Come già scritto, il cachi è un frutto piuttosto energetico per la cospicua quantità di zuccheri; per questo il suo consumo è sconsigliato per chi soffre di diabete o di obesità per appunto l’elevato apporto calorico che ne consegue.

Un’altra considerazione da fare è quella delle sue proprietà lassative; infatti, si dovrebbe azzerare l’assunzione per chi soffre di colon irritato perché non aiuterebbe di fatto l’intestino.

Infine, evitare questo frutto se si sta seguendo una dieta ipocalorica per dimagrire poiché non aiuterebbe a mantenersi in forma.


Se ti è piaciuto quest’articolo metti mi piace e lascia un commento, oppure condividilo su Facebook. Grazie!

Per approfondire l’argomento su Wikipedia clicca qui

Ti potrebbe interessare anche...

 

Condividi questo articolo sui social:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *